Non Solo Letteratura

Amiantifera di Balangero: cenni storici

Dopo il contributo offerto dal settore minerario al completamento del popolamento valligiano nel tardo Medio Evo, anche attraverso interessanti casi di immigrazione di manodopera specializzata.......

leggi tutto . . .

 

Amiantifera di Balangero: l'amiantifera

Una svolta si ebbe a partire dal 1950, quando il pacchetto azionario venne ceduto dall’I.R.I. al gruppo "Manifatture Colombo" ed "Eternit". Conseguentemente al cambiamento di proprietà nel 1951, venne costituita una nuova società :l’"Amiantifera di Balangero S.p.A.", dal capitale sociale di L. 1.000.000. Tale società venne formata da un abile industriale bergamasco, Rinaldo Colombo, il quale la presediette per oltre trent’anni e la porto a vertici mai raggiunti dalla proprietà della Soc. Cave di San Vittore.

Tecnicamente, il passaggio dalla Soc. Cave di San Vittore all’Amiantifera di Balangero avvenne......

leggi tutto . . .

 

Amiantifera di Balangero: la fabbrica

E’ stato sorprendente scoprire che, tra le varie storie di vita legate all’Amiantifera, vi sono anche quelle, molto particolari, di due grandi della letteratura italiana : Primo Levi e Italo Calvino.

Entrambi, per diversi motivi professionali, ebbero rapporti con l’attività che si svolgeva in miniera, la quale, evidentemente, li colpì così fortemente, da spingerli a trasmetterci le loro emozioni attraverso bellissime pagine.

Nel novembre del 1941, Primo Levi, giovane dottore in chimica, neolaureato,......

leggi tutto . . .

 

Amiantifera di Balangero: la società anonima

Ad una trentina di chilometri da Torino sorge, quasi a delimitare il confine tra i comuni di Corio e Balangero, il Monte San Vittore.

Spetta al commendatore Callisto Cornut il merito di aver scoperto su quelle pendici una grande ricchezza, fino ad allora nascosta. Infatti, dopo anni di instancabili ricerche.....

leggi tutto . . .